Home » McKenzie

McKenzie

Il metodo McKenzie

  

 

Robin McKenzie è un fisioterapista di fama mondiale che ha elaborato il famoso metodo riabilitativo che prende il suo nome. 

Il metodo McKenzie, conosciuto ed applicato ormai in tutto il mondo è una metodica di “Diagnosi funzionale e Terapia Meccanica” che si applica alla colonna vertebrale, in particolare al rachide cervicale e lombare. 

Il fisioterapista specializzato nell'applicazione di questa metodica, valuta il paziente attraverso un'analisi anamnestica e poi tramite un'attenta valutazione clinica, e sulla base delle risposte date dal paziente stilerà un programma riabilitativo. 

Le patologie trattate sono quelle che hanno una causa meccanica legata alle posture scorrette che danno origine a discopatie che si manifestano con una sintomatologia dolorosa che colpisce sia l'arto superiore che quello inferiore. L'origine è centrale (cervicale o lombare) ed i sintomi sono periferici. Lo scopo del trattamento consiste nel far “centralizzare” il dolore o formicolìo dalla periferia dell'arto fino alla colonna e quindi ridurne l'intensità fino alla sua scomparsa. Solo successivamente il paziente verrà educato ed istruito ad una forma di autotrattamento che, senza la presenza del fisioterapista, gli consentirà di prevenire episodi recidivanti.


Lo Studio Palmas applica ormai da anni e con successo il metodo McKenzie su tantissimi pazienti!


Il trattamento

L'anamnesi sul paziente ci permette di elaborare un intervento personalizzato che si basa su movimenti mirati alla riduzione in tempi brevi della sintomatologia dolorosa.

"Se adotti alcune posizioni o effettui certi movimenti che danneggiano la tua colonna e se il problema viene compreso in profondità, allora è possibile idenfiticare altri movimenti e posizioni che, se eseguiti ed adottate, possono invertire l'evoluzione di questo processo". (Robin McKenzie)

Il metodo Mckenzie si basa sulla partecipazione attiva del paziente perchè si possa ottenere la rapida diminuzione del dolore. Un programma di auto-trattamento personalizzato metterà il paziente nelle condizioni di trattare i sintomi dolorosi con efficacia.
Un adeguato auto-trattamento assicura una rapida indipendenza dal fisioterapista che limiterà il suo intervento a pochi e programmati controlli. 
Gli studi compiuti dimostrano che l'applicazione del metodo McKenzie riduce notevolmente le lombalgie ed il ricorso alla terapia chirurgica abbattendo costi e tempi di recupero funzionale
I fisioterapisti specializzati nella “diagnosi e terapia meccanica secondo McKenzie” sono in grado di eseguire tecniche manuali e mobilizzazioni specifiche sui pazienti. Solo successivamente, con apposite istruzioni e guida del fisioterapista, si potrà procedere con l'autotrattamento.

La postura corretta: suggerimenti

La colonna vertebrale, in posizione ortostatica (in piedi), presenta normalmente 4 curvature: due a concavità posteriore, la "lordosi cervicale" e la “lordosi lombare”, e due a concavità anteriore, la "cifosi dosale" e la "zona sacrale".
Quando, per l'assunzione e/o il mantenimento di una postura errata, le curvature lordotiche vengono modificate in iper o in ipo-lordosi, compaiono i sintomi caratteristici delle cervicalgie e lombalgie,
McKenzie ritiene che, nel caso in cui il dolore non derivi da un processo infiammatorio o da un evento traumatico (colpo di frusta), le cause siano da ricercare nelle posizioni scorrette che assumiamo abitualmente, costringendo la colonna vertebrale a posture innaturali.
Quando vengono sollecitati oltremodo i “tessuti molli” che sostengono la colonna (muscoli, tendini, legamenti ecc.) si da origne al DOLORE: cervicalgie e lombalgie, soprattutto. Ovviamente differenziando le cause, da posture errate o traumatiche (conseguenti ad un incidente stradale o domestico) variano entità e tempi di guarigione. Altre volte, però, il dolore può essere accompagnato ad intorpidimento e formicolìo estesi al braccio e fino alla mano oppure al gluteo, alla coscia, gamba e fino al piede. E ancora, può manifestarsi mal di testa, nausea, vertigini, ecc..
L'assunzione di una postura corretta, in tutti i casi, è tuttavia buona regola sia per attenuare la sintomatologia dolorosa quando questa è presente che per prevenirla, soprattutto. 
I suggerimenti che diamo sono quelli di mantenere un'attività fisica quotidiana regolata e costante tale da non causare motivi di stress posturale che si ripercuota sui componenti strutturali della colonna (dischi intervertebrali, muscoli, ecc.). oggi, inoltre, esistono sul mercato diversi accorgimenti che agiscono efficacemente sul mantenimento della postura corretta.
Lo Studio Palmas ne propone diversi: taluni di sua ideazione e realizzazione, quali i cuscini cervicali per il corretto posizionamento del capo e del collo durante il riposo notturno, i cuscini lombari per mantenere in posizione corretta la colonna lombare anche quando ci si siede in auto per esempio, e altri no quali sedute ergonomiche, sgabelli, sedie, poltrone. Particolare attenzione merita il riposo notturno che trattiamo in altra pagina di questo sito.

La profilassi

Nell'approccio McKenzie, educare il paziente e fornirgli le istruzioni e le procedure necessarie al suo recupero, diventano il fondamento del trattamento a lungo termine. 
Una volta identificate con l'esame clinico le relazioni di causa ed effetto del dolore, si ottiene il più valido strumento di reazione al dolore.

E' indispensabile che il paziente comprenda i motivi (in particolare gli stress posturali) che portano all'insorgenza del dolore ed acquisisca coscienti mezzi per poterlo controllare. Occorre illustrare al paziente le fasi del disturbo meccanico specifico inerente al suo problema e sottolineare l'azione appropriata nelle fasi iniziali o quando si sviluppano i primi segnali di allarme. La chiave per la riuscita della prevenzione delle recidive è l'auto-trattamento, prima che si avverta dolore.


Mal di collo

Caratteristiche generali dei dolori:

In presenza di “cervicalgie”, le sedi del dolore riferito sono il collo e le spalle.

Il dolore cervicale è spesso accusato come una sensazione di peso, di tensione al collo ed alle spalle; talvolta è presente da un solo lato e più localizzato, talvolta è presente invece più diffuso in modo omogeneo.

Possono essere presenti irradiazioni ad uno o entrambi gli arti superiori e riferite sensazioni di formicolìo e intorpidimento fino alle mani.

L'esordio del dolore può essere rapido e progressivo, più raramente, acuto ed associato a limitazione dei movimenti del collo.

Solitamente è presente una contrattura antalgica dei muscoli di questa regione, in particolare dei trapezi.

 

Come prevenirli e curarli?

 I dolori del rachide cervicale si prevengono innanzitutto imponendoci una costante “attenzione posturale” e osservando i seguenti suggerimenti:

  • Mantenere il capo ben “centrato” sulle spalle quando si è in piedi o seduti;
  • Correggere le posture errate nello svolgimento del proprio lavoro e ricorrere, se necessario, all'uso di ausili ergonomici più idonei alle varie esigenze;
  • Quando si dorme è consigliato l'uso del cuscino ortopedico universale, ideato dallo Studio Palmas s.a.s., che assicura il mantenimento della corretta postura del capo e la conservazione della fisiologica curva lordotica della colonna cervicale.
  • Esegueire quotidianamente, almeno una volta, specifici esercizi consigliati dal fisioterapista, finalizzati al recupero e mantenimento di una sufficiente funzionalità di tutti i movimenti del collo;
  • Ricorrere a periodici cicli di fisiokinesiterapia;
  • Nei casi più gravi procedere ad ulteriori accertamenti clinici.


Mal di schiena

Che cos'è e come si presenta?

La lombalgia, o più comunemente detto mal di schiena è un disturbo molto frequente che colpisce 8 persone su 10. Nella maggioranza dei casi i motivi che determinano la lombalgia sono da ricercare nell'assunzione di posture scorrette mantenute per lungo tempo. Vedasi chi sta per ore ed ore seduto (in ufficio), chi svolge attività lavorative prevalentemente col corpo flesso in avanti, chi invece tiene la colonna in torsione laterale per un tempo prolungato (davanti ad un computer), chi è invece costretto a svolgere in piedi il proprio lavoro, ecc..

Ebbene, in tutte queste situazioni è presente un evidente stato di sofferenza determinata da una sorta di distorsione delle strutture della colonna vertebrale. Tali modificazioni, infatti, possono causare dolore lombare con caratteristiche diverse: centrale, “a sbarra” o irradiato. L'irradiazione all'arto inferiore può estendersi al gluteo, alla coscia, alla gamba e fino anche alla caviglia. Il dolore irradiato in fase crescente tende a “periferizzarsi” dalla colonna verso il piede e in fase decrescente (di guarigione) tende a “centralizzarsi” salendo dalla caviglia verso la colonna lombare.

L'elemente principale che subisce il danno maggiore è il disco intervertebrale che funge da cuscinetto tra una vertebra e l'altra. A causa delle suddette posture scorrette e prolungate, il disco subisce un “malposizionamento” (discopatia) che lo porta a protrudere, e a dare origine ad una lombosciatalgia irradiata all'arto inferiore, coma abbiamo visto sopra.

 

Come si cura?

La lombalgia e la lombosciatalgia poiché sono patologie molto diffuse, sono anche ben conosciute e curate. Va detto intanto che la maggior parte di esse ha una base cosiddetta meccanica dove la postura scorretta, il mantenimento prolungato della colonna in una posizione errata, determina un'azione di sovraccarico sugli elementi che compongono il rachide, e di stress posturale che causa in esso una situazione di scompenso fisiologico.

Le terapie sono molteplici e così pure i suggerimenti sulla prevenzione del mal di schiena.

  • Svolgere con regolarità attività fisica;
  • Dotarsi di sedute ergonomiche (specie chi sta seduto molto tempo);
  • Eseguire con regolarità esercizi specifici per le lombalgie (consultare il fisioterapista);
  • Usare il cuscino gonfiabile “Airbox” (reperibile presso lo Studio Palmas) da usare in auto e in ufficio;
  • Dotarsi di eventuali fasce o bustini lombari in tela e stecche da usare all'occorrenza;
  • Consultare un fisioterapista specializzato nell'applicazione del metodo McKenzie per la valutazione e la diagnosi funzionale della vostra colonna vertebrale;
  • Consultare un fisioterapista per la effettuazione della Diagnosi e Terapia Meccanica sulla vostra colonna lombare o cervicale affetta da lombalgia, lombosciatalgia o cervicalgia;
  • Consultare il fisioterapista per sviluppare un programma di prevenzione della lombosciatalgia recidivante;
  • Quale guanciale e quale materasso scegliere... ve lo consiglia lo Studio Palmas s.a.s.;
  • Il metodo McKenzie: lo può applicare SOLO IL FISIOTERAPISTA che ha acquisito la specifica formazione presso la scuola dell'Institute McKenzie Italia (www.mckenzie-italia.com).
  • Presso lo STUDIO PALMAS s.a.s. viene applicata la metodica McKENZIE.
Contatta l'assistente all'Accettazione Unica  per concordare  il giorno e l'ora del tuo appuntamento.

Per telefono al numero: 070.942030
Per e-mail:  infostudiopalmas@gmail.com